Regali solidali di Natale

Il Natale in azienda: 4 motivi per renderlo solidale.

Dicembre è un momento importante per le imprese: è tempo di  chiusure, di bilanci, di momenti di budget, ma anche di feste e auguri. Il fermento di fine anno coinvolge tutti i comparti aziendali e si riflette anche sulle attività sociali.
È proprio nel mese del Natale che le aziende cercano e/o si rivolgono alle organizzazioni non profit per realizzare regali solidali per dipendenti e stakeholder o ideare iniziative speciali di coinvolgimento: volontariato di impresa, momenti di team building e altre iniziative che portano all'attenzione temi sociali.

Quali vantaggi ha un'azienda che attiva iniziative solidali? Si tratta di un'opportunità solo per le grandi organizzazioni o per tutte le realtà? È complicato?

 

È per tutti

Non contano le dimensioni dell’azienda o il settore di riferimento. Tutte le imprese che desiderano sfruttare questa occasione lo possono fare. Imprese che producono beni, che offrono servizi, imprese B2B, imprese B2C, digitali, tecnologiche o industrie manifatturiere, tutti possono sostenere il Terzo Settore e definirne tempi, modi, partner, tipologia di investimento sulla base delle proprie caratteristiche e specificità.

 

È vantaggioso

Le aziende che effettuano regali solidali, che supportano una causa o più in generale realizzano iniziative di responsabilità sociale:

  • rafforzano la propria reputazione
  • aumentano il valore del brand
  • migliorano la fiducia degli stakeholder
  • hanno maggiore attenzione nella risposta ai bisogni del mercato
  • migliorano la coesione interna
  • godono di agevolazioni fiscali e benefici economici

La responsabilità sociale è un elemento vincente per la competitività delle imprese. Le organizzazioni non profit hanno esperienza e sono in grado di supportare le aziende nella definizione e scelta dell’attività più adatta da realizzare: guarda le realtà che già collaborano con le imprese.
Per iniziare basta poco, il regalo solidale può essere il primo passo di un cammino più lungo e strategico.

 

È importante per i consumatori

Il consumatore è sempre più attento all’impegno sociale e ambientale delle imprese. Secondo una ricerca condotta nell’ambito dell’Osservatorio per la Coesione e l’Inclusione sociale nel 2002 gli italiani “consumatori critici” erano l’11,2% mentre nel (febbraio) 2018 sono il 30,3%. Il consumatore critico è la persona che in fase di acquisto si interroga e preferisce acquistare prodotti e servizi offerti da imprese che non impiegano il lavoro minorile, inquinano il meno possibile, devolvono parte dei profitti a iniziative di utilità sociale, collaborano con enti non profit, etc.

 

È semplice

Iniziare non è mai facile, ma le prime collaborazioni o sinergie con le organizzazioni non profit possono partire da operazioni molto semplici: il regalo solidale è in questo senso l’esempio perfetto! Le aziende possono scegliere un prodotto da regalare o decidere di sostenere un progetto specifico: utilizzando il motore di ricerca della pagina si può individuare facilmente l’organizzazione più adatta.

 

Il Terzo Settore ha tanto da offrire alle aziende: scopri di più

Per qualsiasi necessità puoi anche rivolgerti a noi.

inserisci la tua email per ricevere risposta alla tua richiesta

Messaggio ricevuto!


Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.