Partecipa al dibattito Scrivici
Per un futuro desiderabile. Una società della cura.

Con l'avvento del Covid-19 è ancora più chiaro, a tutti, che il nostro Paese ha bisogno di un serio programma di aiuti prima che l’emergenza si verifichi, per rafforzare la resilienza alla vulnerabilità, agendo sulle cause generatrici della probabilità di cadere nella fragilità e di conseguenza lavorando sui contesti che producono diseguaglianze.

Catterina Seia
Presidente CCW-Cultural Welfare Center
Dalla crisi un’opportunità

Il 2020 ha portato con sé fratture profonde nella nostra società. La pandemia, che ha scosso l’intero pianeta, ci ha mostrato come i problemi e le sfide di oggi abbiano una portata globale e siano fortemente interconnessi.

Carola Carazzone
Segretario Generale di Assifero, l’associazione italiana delle fondazioni ed enti filantropici.
La ricostruzione del domani: la lettura di Fondazione Pietro Pittini

Le relazioni di aiuto, di affetto e di svago sono quelle che rendono le nostre società forti e solidali, e la cui mancanza fa rilevare una crescente povertà: non solo quella economica, ma anche quella relazionale, emotiva e culturale. La proposta di Fondazione Pittini in risposta alle difficoltà del Settore provocate dal Covid-19.

Marina Pittini
Presidente della Fondazione Pietro Pittini
Un Paese senza solidarietà è un Paese finito

Osservare e narrare i cambiamenti portati dall'Emergenza Coronavirus al terzo Settore sono pratiche fondamentali per costruire solide basi su cui costruire il futuro. Per questo è nato il progetto Non Profit Philanthropy Social Good Covid-19 Report 2020: un punto di confronto e di studio per tutti coloro che vogliono prendere parte attiva alla ripartenza.

Giulia Frangione
CEO di Italia non profit
Covid-19 e non profit: o della riaffermata complessità del bene

No panic! Nel ripercorrere quanto accaduto in questo anno disgraziato segnato dalla pandemia, il non profit è chiamato a mantenere la calma, non farsi prendere dallo sconforto per ciò che non è riuscito a fare, né temere per la realizzabilità dei suoi progetti nel breve - medio periodo. Il non profit dovrebbe infatti prender coscienza del fatto che tutto può dirsi tranne che le organizzazioni che lo compongono non siano aduse ad affrontare situazioni di emergenza.

Carlo Mazzini
Esperto di legislazione degli enti non profit e fiscalità
Con le persone e le comunità, verso un community raising

Il 2020 non è stato solo l'anno del Covid-19. Nell'anno di Padova capitale europea del volontariato, i volti e le storie di volontarie e volontari si intrecciano con quelle dei beneficiari e dei donatori. Il racconto di alcune di queste sfide, con le persone e le comunità.

Anna Donegà
Responsabile comunicazione Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova
L’impegno della Compagnia di San Paolo per affrontare l’emergenza COVID-19

La Fondazione Compagnia di San Paolo continua a lavorare a fianco della società civile per contrastare l’emergenza Covid-19. Gli interventi e gli aiuti erogati durante l'anno 2020.

Compagnia di San Paolo
La Fondazione che contribuisce a realizzare progetti a favore della cultura, delle persone e del pianeta, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.
Com’è cambiato il ruolo del volontario dopo il Covid-19?

Il volontariato è stato uno dei settori più colpiti dal Covid-19. La mancanza di vicinanza, prossimità e appartenenza - tutte dimensioni fondamentali dell’essere un volontario - ha di fatto messo in crisi l’esistenza stessa della categoria. Ma anche in questo caso ha prevalso la resilienza, facendo nascere dalla crisi un nuovo modo di essere volontario.

Maria Rita Dal Molin
Direttore del Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza
Uscire dalla sospensione: quali prospettive per il futuro del Settore?

Il Settore sta vivendo una fase intermedia: superata l'emergenza, si è aperto un periodo di mezzo; un "intermediatory framework" dove le politiche pubbliche e le agevolazioni stanno sostenendo le imprese sociali. Quali sono le caratteristiche di questa fase? E soprattutto, come uscirne? Quali investimenti sono necessari perché il Settore torni ad essere autosufficiente? Flaviano Zandonai, open innovatori manager di CGM, ne parla con Francesco Abbà, presidente di CGM Finance.

Flaviano Zandonai e Francesco Abbà
Flaviano Zandonai, Open innovation manager presso il Gruppo Cooperativo CGM, intervista Francesco Abbà, presidente di CGM Finance.
L’importanza del fundraising nella ripresa post Covid-19 del settore

L’impatto dell’emergenza Covid-19 sulle organizzazioni non profit è stato molto rilevante. Il blocco delle attività ha creato un danno per i beneficiari diretti, ma per tutta la popolazione, che ha visto mancare tutte le attività culturali e a sostegno dell’ambiente. In questo contesto, il problema numero uno da affrontare è quello della sostenibilità non solo delle attività e dei progetti, ma delle organizzazioni stesse. Quali gli scenari d’intervento?

Massimo Coen Cagli
Direttore scientifico della Scuola di Fundraising di Roma

È possibile una maggiore collaborazione tra Stato, Mercato e Non profit?

La storia recente, con le sue difficoltà e le sue sfide, ha insegnato al Terzo Settore che non si può più pensare a un domani in cui un determinato ambito, o il soddisfacimento di un determinato bisogno sia soltanto appannaggio di una sola realtà. Ecco perché è auspicabile che Mercato, Stato e Terzo Settore trovi sempre nuovi modi di collaborare. Francesco Spano, Segretario Generale di Human Foundation, in questo video racconta come è cambiata la visione e l’azione di una Fondazione ai tempi del Covid-19.

Francesco Spano
Segretario Generale Human Foundation
Siamo pronti per immaginare una società senza non profit?

Il Terzo Settore da sempre si prende cura della parte più colpita del nostro Paese. Ma il Coronavirus non colpisce solo le persone: colpisce anche le organizzazioni, il loro modo di impattare sul territorio, il loro modo di sostenersi. Ecco perché è necessario entrare in azione subito per la salvaguardia del Settore, per non rischiare di vedere negati i servizi essenziali alla persona di cui il non profit si occupa.

Enrica Baricco
Presidente di CasaOz Onlus

Scopri le riflessioni degli Enti sul futuro del settore e della filantropia
Condizioni generali di utilizzo Informativa sulla privacy Cookie © 2020 Open Terzo Settore - P.IVA: 09473230960 - Capitale sociale 10.600 € - Numero REA MI - 2092647