8 per mille: cos’è, come funziona, quali sono i beneficiari?

Cerchi un servizio o un prodotto per la tua organizzazione? Scegli tra i fornitori del non profit. VAI

L’8x1000 è la percentuale dell’imposta fissa sui redditi delle persone fisiche che i contribuenti possono destinare ad alcune attività di rilievo sociale e culturale dello Stato italiano o di una confessione religiosa che li utilizzerà per finalità, di culto, sociali, culturali. Grazie all’8 per mille lo Stato e alcune confessioni religiose mettono a disposizione dei fondi per supportare e finanziare le attività degli enti non profit.

Aggiornamento sull’utilizzo dei fondi dell’8x1000

Pubblicate le liste dei progetti approvati dall’Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi

Sul portale Otto per Mille Valdese sono uscite le liste dei progetti finanziati con il bando 2019, rispettivamente dei progetti in Italia e dei progetti all’estero. Gli Enti presenti nelle liste potranno notificare l’avvio dei progetti approvati, attraverso la piattaforma Juno, a partire dalla fine di settembre 2019.
Alcune altre confessioni religiose hanno pubblicato i dati relativi all’utilizzo dei fondi raccolti nel corso del 2018 attraverso l’8 per mille. La documentazione evidenzia quanto del gettito raccolto è stato investito in attività sociali, educative, culturali, anche tramite trasferimenti a enti non profit confessionali o meno:

Che cos'è l'8 per mille?

L’8×1000 è la percentuale dell’imposta fissa sui redditi delle persone fisiche (IRPEF) che è possibile destinare allo Stato o ad una confessione religiosa attraverso la dichiarazione dei redditi. Le somme raccolte attraverso l’otto per mille dovranno essere utilizzate dai beneficiari (Stato o confessioni religiose) per le finalità definite dalla legge.
Questa misura nasce a seguito del Concordato con la Chiesa Cattolica e delle Intese con le altre confessioni religiose.

Quando e come nasce l'8 per mille?

L’8 per mille nasce nel 1984, quando il Concordato tra la Repubblica Italiana e la Chiesa Cattolica termina i trasferimenti diretti a sostegno del clero e dell’edilizia di culto introducendo questa nuova modalità di finanziamento. La legge di attuazione 222/1985 prevede che i cittadini contribuenti possano scegliere di destinare l’8 per mille della propria IRPEF allo Stato o alla Chiesa Cattolica. Le quote non espresse sono ripartite secondo le preferenze assegnate.

Come si è evoluto l'8 per mille?

Successivamente all’emanazione della legge di attuazione 222/1985 (che prevede che i cittadini contribuenti possano scegliere di destinare l’8 per mille della propria IRPEF allo Stato o alla Chiesa Cattolica), altre confessioni con riconoscimento della personalità giuridica pubblica hanno stipulato un’intesa con lo Stato, potendo così accedere all’opzione dell’8 per mille. L’intesa, atto avente forza di legge ordinaria, dispone anche la modalità di destinazione delle somme.

Come destinare l'8 per mille e a chi?

Qualunque cittadino contribuente può assegnare l’8 per mille a uno dei soggetti beneficiari compilando il modulo 730-1 da consegnare insieme alla dichiarazione dei redditi, se tenuti a farla, o singolarmente. In questo secondo caso si può consegnare il modulo in busta chiusa presso un ufficio postale (in questo caso gratuitamente) o una struttura abilitata (CAF, commercialista).
Per indicare l’opzione è sufficiente apporre la propria firma sotto il riquadro con la denominazione del beneficiario.
L’8 per mille non sostituisce il cinque per mille e il due per mille: il contribuente può compiere tutte e tre le assegnazioni contemporaneamente in sede di dichiarazione dei redditi.

Chi riceve l'8 per mille e come lo usa?

Attualmente il contribuente può destinare il proprio 8 per mille allo Stato, alla Chiesa Cattolica o a una delle dodici confessioni religiose aventi un’Intesa con lo Stato. Ognuna di queste realtà può utilizzare i fondi ricevuti, tramite preferenza o tramite riparto delle quote non assegnate, per le finalità definite dalla legge. Ogni confessione sul proprio sito web solitamente descrive come concretamente sono stati utilizzati i fondi.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

Chi sono i beneficiari dell'8 per mille?

Di seguito l’elenco dei beneficiari dell’8 per mille completo di riferimenti sulla destinazione dei fondi.

STATO ITALIANO
Legge: Legge 222/1985
Destinazione: interventi straordinari per fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati (e ai minori stranieri non accompagnati), conservazione di beni culturali , e ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica
Approfondimento: Pagina ufficiale sul sito web del Governo

CHIESA CATTOLICA
Legge: Legge 222/1985
Destinazione: esigenze di culto della popolazione, sostentamento del clero, interventi caritativi a favore della collettività nazionale o di paesi in via di sviluppo
Approfondimento: Otto per Mille alla Chiesa Cattolica

ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA
Legge: Legge 517/1988
Destinazione: interventi sociali ed umanitari anche a favore di Paesi in via di sviluppo
Approfondimento: Pagina dedicata sul sito web ufficiale

UNIONE ITALIANA DELLE CHIESE CRISTIANE AVVENTISTE DEL 7° GIORNO
Legge: Legge 516/1988
Destinazione: interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero, sia direttamente sia attraverso un ente all’uopo costituito
Approfondimento: Sito web ufficiale

UNIONE DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI
Legge: Legge 449/1984
Destinazione: interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero sia direttamente, attraverso gli enti aventi parte nell’ordinamento valdese, sia attraverso organismi associativi ed ecumenici a livello nazionale e internazionale
Approfondimento: Sito web ufficiale

CHIESA EVANGELICA LUTERANA IN ITALIA
Legge: Legge 520/1995
Destinazione: Interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero e ciò sia direttamente sia attraverso le Comunità ad essa collegate
Approfondimento: Sito web ufficiale

UNIONE DELLE COMUNITÀ EBRAICHE IN ITALIA
Legge: Legge 101/1989
Destinazione: attività culturali, alla salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale, nonché ad interventi sociali ed umanitari volti in special modo alla tutela delle minoranze contro il razzismo e l’antisemitismo
Approfondimento: Pagina dedicata sul sito web ufficiale

UNIONE CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA D’ITALIA
Legge: Legge 116/1995 e successive modifiche
Destinazione: interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all’estero
Approfondimento: Sito web ufficiale

SACRA ARCIDIOCESI ORTODOSSA D’ITALIA E MALTA ED ESARCATO PER L’EUROPA MERIDIONALE
Legge: Legge 126/2012
Destinazione: mantenimento dei ministri di culto, per la realizzazione e la manutenzione degli edifici di culto e di monasteri, per scopi filantropici, assistenziali, scientifici e culturali da realizzarsi anche in paesi esteri
Approfondimento: Pagina dedicata sul sito web ufficiale

CHIESA APOSTOLICA IN ITALIA
Legge: Legge 128/2012
Destinazione: interventi sociali culturali ed umanitari, anche a favore di altri Paesi esteri
Approfondimento: Pagina dedicata sul sito web ufficiale

UNIONE BUDDHISTA ITALIANA
Legge: Legge 245/2012
Destinazione: interventi culturali, sociali ed umanitari anche a favore di altri Paesi, nonchè assistenziali e di sostegno al culto
Approfondimento: pagina dedicata sul sito web ufficiale

UNIONE INDUISTA ITALIANA, SANATANA DHARMA SAMGHA
Legge: Legge 246/2012
Destinazione: sostentamento dei ministri di culto, alle esigenze di culto, interventi culturali, sociali, umanitari ed assistenziali eventualmente pure a favore di altri Paesi (Legge 246/2012)
Approfondimento: Sito ufficiale

ISTITUTO BUDDISTA ITALIANO SOKA GAKKAI
Legge: Legge 130/2016
Destinazione: attività di religione o di culto quelle dirette al rito del Gongyo e al culto del Gohonzon, alle cerimonie religiose, allo studio dei testi buddisti e in particolare di quelli di Nichiren Daishonin, all’assistenza spirituale, alla formazione dei ministri di culto, alla diffusione dei principi buddisti di nonviolenza e di rispetto e compassione per tutte le forme di vita esistenti, interventi sociali e umanitari in Italia e all’estero, nonchè ad iniziative per la promozione della pace, del rispetto e difesa della vita in tutte le forme esistenti, nonchè per la difesa dell’ambiente

Quali opportunità di raccolta fondi offre l'8 per mille agli enti non profit?

Alcune Confessioni religiose hanno deciso di destinare i proventi dell’8 per mille (8×1000) a progetti che non realizzano direttamente, ma che sono realizzati dagli enti non profit.
Di seguito l’elenco delle confessioni alle quali un ente non profit può rivolgersi per richiedere un contributo finanziario originato dall’8 per mille.

STATO ITALIANO
Modalità erogative: Bando negli ambiti di destinazione
Dove presentare il progetto: Pagina ufficiale sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri
mail / PEC: [email protected]
telefono: 06/67791

UNIONE ITALIANA DELLE CHIESE CRISTIANE AVVENTISTE DEL 7° GIORNO
Modalità erogative: Bando tematico (ogni anno cambia il tema) da presentare tramite format online
Dove presentare il progetto: Pagina del bando sul portale ufficiale
mail / PEC: [email protected]
telefono: 06/39725795

UNIONE DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI
Modalità erogative: Bando in ambito sociale, educativo, cooperazione allo sviluppo tramite piattaforma online
Dove presentare il progetto: Piattaforma online
mail / PEC: [email protected]
telefono: 06/4815903

UNIONE DELLE COMUNITÀ EBRAICHE ITALIANE
Modalità erogative: Presentazione di progetti inerenti al contrasto al razzismo e all’antisemitismo e la salvaguardia del patrimonio culturale ebraico
Dove presentare il progetto: Pagina sul portale ufficiale
mail / PEC: [email protected]
telefono: 06/45542200

UNIONE CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA D’ITALIA
Modalità erogative: Bando rivolto a enti connessi all’UCEBI o Enti del Terzo Settore in collaborazione con l’UCEBI per iniziative sociali, umanitarie, assistenziali, culturali
Dove presentare il progetto: Pagina dedicata sul portale ufficiale
mail / PEC: [email protected]
telefono: 06/83969604

CHIESA APOSTOLICA IN ITALIA
Modalità erogative: Bando in ambito sociale, assistenziale, culturale
Dove presentare il progetto: Pagina dedicata sul portale ufficiale
mail / PEC: [email protected]
telefono: 0564/451025

UNIONE BUDDHISTA ITALIANA
Modalità erogative: Bandi tematici in ambito culturale, sociale, religioso
Dove presentare il progetto: Pagina sul portale ufficiale
mail / PEC: [email protected] / [email protected]
telefono: 349/2543115

UNIONE INDUISTA ITALIANA
Modalità erogative: Si possono presentare progetti che rispettano i valori della nonviolenza, dell’integrazione e del rispetto di tutte le fedi
Dove presentare il progetto: Portale Ufficiale
mail / PEC: [email protected]
telefono: 019 5898907

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Rimani aggiornato sulle novità del Terzo Settore
Iscriviti