Domande Frequenti
sulla riforma

Arriva l’Academy di Italia non profit: “Dietro le quinte della raccolta fondi” SCOPRI DI PIÙ
Il doppio limite del numero dei lavoratori per le APS
D
Il doppio limite del numero dei lavoratori per le APS
Il doppio limite del numero dei lavoratori per le APS
Un'Associazione di Promozione Sociale ha bisogno di prestazioni professionali in modo intensivo; vi lavorano 11 persone tra soci e non soci. Inoltre, è composta da 15 volontari e 300 soci attivi. Può continuare ad essere Associazione di Promozione Sociale oppure il Codice del Terzo Settore fornisce altre indicazioni?
R

Sì, può continuare ad essere Associazione di Promozione Sociale in quanto il Codice del Terzo Settore pone due limiti alternativi all’associazione di promozione sociale in relazione al numero di lavoratori. Il primo è quello che rapporta i lavoratori al numero di volontari. L’articolo 36, comma 1 afferma che i volontari devono essere almeno in numero doppio dei lavoratori, non è il caso proposto (15 / 11). Tuttavia, offre anche la possibilità di rapportare i lavoratori al numero di soci, il caso proposto rientra in questa seconda casistica, infatti il numero dei lavoratori è (come richiesto) inferiore al 5% dei vostri soci (11 / 300).


TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis