Polizza di Responsabilità Civile Generale verso Terzi

La Responsabilità Civile verso Terzi RCG è un’assicurazione che viene stipulata per tutelare se stessi o il proprio patrimonio per eventuali danni che possono essere causati a terze persone.

Arriva l’Academy di Italia non profit: “Dietro le quinte della raccolta fondi” SCOPRI DI PIÙ

La polizza Responsabilità Civile Generale verso Terzi (RCG) può essere un valido strumento di tutela assicurativa anche per un ETS che abbia necessità di tutelare il proprio patrimonio, in modo non standardizzato ma “tailor made” (quindi su misura) dal rischio di dover pagare, a titolo di risarcimento, i danni procurati a terzi a causa di una condotta colpevole. La polizza può interessare chiunque sia esposto al rischio di causare danni a terzi.

Quali danni copre la polizza di Responsabilità Civile verso Terzi

La Polizza di Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) copre principalmente due tipologie di danni:

  • quelli materiali causati direttamente da un responsabile di un ETS, per esempio quelli causati involontariamente nello svolgimento dell’attività (per danni a terzi di natura patrimoniale vedasi link articolo polizza D&O);
  • quelli materiali causati da persone, animali o cose di cui si ha la responsabilità, per esempio un volontario che possiede un animale che venga impiegato per lo svolgimento dell’attività solidale oggetto dello statuto (es: assistenza di pet therapy presso terzi).

Come funziona la polizza di Responsabilità Civile verso Terzi

Se in conseguenza di un comportamento negligente, imprudente o comunque colpevole, si danneggia qualcosa o qualcuno, il responsabile del danno dovrà pagare il danneggiato che chiede il risarcimento.
L’assicurazione, alla sola condizione che il danno sia stato causato involontariamente, risarcisce il danneggiato nei casi stabiliti nel contratto, proteggendo il patrimonio dell’assicurato. In genere questa polizza prevede che l’impresa di assicurazioni consegni direttamente i soldi all’assicurato che deve rimborsare per il danno di cui è responsabile.

In alternativa la Compagnia di assicurazioni:

  • può pagare direttamente il danneggiato, ma solo dopo averlo comunicato all’assicurato;
  • è obbligata a pagare direttamente il danneggiato, se lo richiede l’assicurato.

Quali sono i rischi effettivamente assicurati

La polizza non copre tutti i rischi che rientrano nella responsabilità civile, ma solo quelli che l’assicurato e la Compagnia di assicurazioni hanno stabilito al momento del contratto. Inoltre, è bene chiarire che un danno causato volontariamente non può in nessun caso essere indennizzato.

Quando può essere richiesto il risarcimento del danno

Il risarcimento del danno può essere richiesto quando il danno si manifesta.
A volte insorge subito dopo il comportamento che lo ha causato, altre volte in un secondo momento anche al di fuori del periodo di validità del contratto.

Per questa ragione, il rischio coperto da garanzia è costituito da due elementi:

  1. il verificarsi di un danno provocato da fatto colposo. L’obbligo di risarcimento sorge quando si provoca un danno a terzi;
  2. la richiesta di risarcimento, formulata dal danneggiato nei tuoi confronti, in quanto soggetto assicurato.

L’obbligo dell’impresa di assicurazioni di coprire il danno sorge quando è il danneggiato a fare una richiesta di risarcimento e l’assicurato la esibisce o la riferisce all’impresa.

È possibile che il momento della manifestazione del danno e il momento della richiesta di risarcimento non corrispondano. Per questo motivo questa polizza presenta due clausole alternative conosciute come:

  • loss occurrence che sta per epoca di accadimento. L’operatività della garanzia è limitata a fatti dannosi avvenuti durante il periodo di vigenza della polizza, a prescindere dalla data di richiesta del risarcimento;
  • claims made che sta per epoca di richiesta di risarcimento. L’assicuratore è obbligato all’indennizzo solo per i danni il cui risarcimento viene richiesto dai terzi danneggiati all’assicurato durante il periodo di vigenza della polizza e per i quali tale richiesta sia inoltrata all’assicuratore; ciò anche se le richieste sono riferite a fatti accaduti in un determinato periodo precedente la stipula del contratto.

Le polizze di Responsabilità Civile verso Terzi sono obbligatorie?

Le polizze RCG verso Terzi sono obbligatorie solo per alcune categorie di lavoratori e per gli ETS rispetto all’attività svolta dai loro volontari.
Ad esempio tutti i liberi professionisti iscritti ad albi professionali (medici, avvocati, amministratori di condominio, etc.) sono obbligati per legge a stipulare una polizza RCG professionale e per gli ETS
Dal 2017 la polizza RCG a copertura della responsabilità derivante da fatti accaduti per lo svolgimento dell’attività professionale deve prevedere un periodo di ultrattività della copertura per le richieste di risarcimento presentate per la prima volta entro i 10 anni successivi alla data di scadenza della polizza e riferite a fatti verificatisi nel periodo di copertura.

Cosa sapere prima di stipulare una polizza di Responsabilità Civile verso Terzi

  1. Quali sono i costi.
    I costi sono diversi a seconda delle garanzie acquistate e dell’offerta competitiva del mercato.
  2. Quali rischi può comportare.
    I rischi associati riguardano eventuali controversie con l’impresa di assicurazione in merito alla risarcibilità del danno e/o alla sua quantificazione.
  3. Se prima della firma del contratto non si sono ben comprese le informazioni relative alle effettive coperture della polizza, puoi rischiare di sottoscrivere contratti non adeguati alle tue esigenze assicurative. Per tale ragione, è importante controllare le clausole contrattuali prima di firmare, verificando in particolare quali siano i casi in cui l’indennizzo non ti spetta o ti spetta in parte e quando l’impresa non è tenuta a pagarlo.

Cosa fare prima di stipulare una Polizza di Responsabilità Civile verso Terzi

  • Informarsi sulle condizioni di assicurazione, per assicurare effettivamente i rischi dai quali ti vuoi tutelare. È fondamentale leggere a fondo, prima di firmare il contratto, i documenti informativi sulle garanzie assicurative offerte.
  • Valutare le proprie entrate economiche, per capire se si riesce a sostenere il pagamento del premio per un periodo di tempo anche di medio o lungo termine.
  • Analizzare e confrontare i documenti informativi sulle garanzie offerte dai vari operatori del mercato per poter scegliere la polizza più adeguata alle proprie esigenze e con il miglior prezzo.

Questo articolo fa parte del progetto “Pronto Assicurazione” creato da Italia non profit in collaborazione con Assimoco. Scopri i dettagli del progetto.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis