Come va il digitale nel tuo ente? Condividi la tua esperienza e contribuisci alla trasformazione digitale del Terzo Settore. Partecipa all’indagine

Definizione:

Un portafogli digitale (digital wallet o e-wallet) si riferisce a uno strumento elettronico o a un servizio online che permette alle persone di effettuare transazioni digitali. Questo include la possibilità di fare acquisti online con un computer o utilizzare uno smartphone per acquistare qualcosa in negozio. È possibile anche collegare il proprio conto corrente bancario a un portafogli digitale. Questo strumento ha anche la possibilità di inserire al suo interno (e all’interno dello smartphone) la patente, la tessera sanitaria, le carte fedeltà, e altri documenti di identità. Le credenziali possono essere trasferite al terminale di un rivenditore tramite la tecnologia NFC (Near Field Communication). I portafogli digitali vengono sempre più utilizzati non solo per transazioni finanziarie basilari, ma anche per autenticare le credenziali dei proprietari. Per esempio un portafogli digitale può verificare l’età dell’acquirente in un negozio mentre acquista prodotti alcolici. Il sistema ha già raggiunto una grande popolarità in Giappone, dove i portafogli digitali sono noti come “wallet mobiles”.

Fonte: Wikipedia

Esempi di applicazione nel non profit:

Ognuno di noi passa ore con in mano il proprio smartphone che, grazie ai digital wallet, si è ormai trasformato in una vero sistema di pagamento. Premendo un pulsante e senza dover richiedere numeri di carta di credito, dati o altro il donatore può sostenere la tua causa con costi di transazioni che il mercato sta costantemente abbassando. I donatori possono donare a qualsiasi ora, molto velocemente.


Loading...

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis