Covid-19 e nuove forme di tutela assicurativa

martedì, 27 Luglio 2021

L’emergenza legata alla pandemia Covid-19 ha impattato negativamente su quasi tutti i settori economici. Cosa è successo nel mondo delle assicurazioni? Come hanno reagito le compagnie assicurative e come si sono comportante nella tutela dei nuovi rischi?

Siamo alla ricerca di nuovi talenti da inserire nel nostro team. Vuoi farne parte? LAVORA CON NOI

L’11 marzo 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ufficialmente definito il Covid-19 quale “pandemia” fornendo l’elemento tecnico necessario per una corretta identificazione del rischio anche a livello contrattuale, da parte delle assicurazioni.

Si è passati così da una impostazione contrattuale delle assicurazioni caratterizzata dalla presenza di esclusioni legate alla pandemia a nuove forme di copertura caratterizzate da espliciti riferimenti alle conseguenze connesse al Covid-19.

I provvedimenti speciali delle assicurazioni

L’Ivass ha annunciato che sono stati elaborati e offerti, da parte delle compagnie di Assicurazione che operano nel mercato italiano, servizi aggiuntivi.

Tra i principali provvedimenti adottati ci sono:

  • la sospensione;
  • la proroga e la dilazione dei premi per le polizze vita;
  • danni non auto e coperture auto;
  • il blocco delle azioni di recupero dei premi non pagati e delle franchigie;
  • l’inserimento di diarie giornaliere o indennizzi forfettari sulle polizze salute.

Nuovi rischi da prendere in considerazione

Uno dei settori maggiormente colpiti dal nuovo contesto è sicuramente quello connesso alle assicurazioni connesse a viaggi, turismo e contingency.
Tuttavia analoghe problematiche sono state riscontrate anche sulle polizze che riguardano sia la vita e la salute delle persone fisiche, sia quella delle aziende e/o degli ETS (come nel caso della polizza Business Interruption).

Un aumento di sinistri ha riguardato anche specifiche situazioni connesse all’istituzione delle zone rosse che ha implicato, soprattutto durante il primo Lockdown del 2020, accadimenti come:

  • interruzione dell’attività d’impresa e/o dell’ETS;
  • incremento dei casi di responsabilità civile verso terzi danneggiati;
  • responsabilità datoriale;
  • Responsabilità Civile amministratori e sindaci anche di Enti Non Profit, responsabilità professionale sanitaria.

Lo stravolgimento del contesto economico, sociale e sanitario ha portato a grandi modificazioni in ogni ambito della vita: il mondo delle assicurazioni non si è sottratto, anzi, ha assunto fino in fondo, il ruolo di garante della stabilità sociale, offrendo nuovi strumenti e nuove iniziative per tutelare i nuovi rischi.

Questo articolo fa parte del progetto “Che fortuna” creato da Italia non profit in collaborazione con Assimoco. Scopri i dettagli del progetto.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis