La Responsabilità Civile Verso Terzi: casi concreti

In quali casi è utile sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile verso Terzi? I rischi per un ente non profit sono molti e un'assicurazione calibrata sulle attività dell'ente è una valida alleata per proteggersi nel contesto quotidiano e nelle attività ricorrenti.

Arriva l’Academy di Italia non profit: “Dietro le quinte della raccolta fondi” SCOPRI DI PIÙ

Nel percorso educativo di ognuno di noi ricorre un noto detto popolare con il quale siamo entrati in contatto fin da piccoli: chi rompe paga. Il valore sociale contenuto in questa affermazione è davvero ampio perché, in modo chiaro e semplice, introduce ad una consapevolezza civile e giuridica fondamentale: quella della Responsabilità Civile verso Terzi.

La legge che regola la Responsabilità Civile verso Terzi non nasce autonomamente, ma si sviluppa, nel corso del tempo, sulla base delle nuove esigenze che si vengono a creare nella società soprattutto quando, verificandosi dei danni, si vuole fornire supporto legislativo volto a tutelare maggiormente il terzo danneggiato.

Il risarcimento

La legge prevede espressamente l’onere di rimborsare quanto danneggiato per chiunque – anche se inavvertitamente – rompa un oggetto appartenente a un’altra persona e/o provochi un danno ad altri. Chi rompe qualcosa di proprietà di un condominio, di un vicino di casa, dell’azienda per la quale lavora o di proprietà di una Pubblica Amministrazione deve pagare i relativi danni. Ma come viene stabilita la somma che deve essere versata per il risarcimento e dopo quanto tempo cade in prescrizione il debito?
Queste sono alcune delle problematiche connesse al tema della Responsabilità Civile e che, spesso, sono all’origine di contenziosi sia di carattere extra giudiziale sia, nei casi più complicati, giudiziale. Uno strumento per offrire supporto e tutela ad un danneggiante è certamente la polizza assicurativa di Responsabilità Civile che, a seconda dei settori, trova diverse impostazioni e caratterizzazioni tecniche. Inoltre, le polizze di copertura per la Responsabilità Civile coprono anche quelli che in gergo assicurativo vengono chiamati “i nuovi rischi” che negli ultimi anni hanno portato ad innovare le coperture in modo da renderle attuali e operative in più situazioni.

Tre casi di applicazione della Responsabilità Civile

1) Quando a commettere un illecito è un minorenne.
A differenza di quello che si può pensare, il risarcimento di un danno commesso da un minorenne non spetta sempre ai genitori, perché la regola varia a seconda del momento in cui il danno viene posto in essere della persona che doveva presiedere al controllo del minore.
Problematica connessa a tale tipologia di situazioni è, pertanto, anche quella avente come finalità la corretta individuazione della persona in capo al quale ricade la Responsabilità Civile legata al danno effettuato da un minorenne. Ci possono essere situazioni rispetto alle quali gli stessi genitori possono essere considerati sollevati da tale onore come nel caso, ad esempio, di danneggiamento effettuato a scuola in presenza di insegnante.
Ricordiamo che sui genitori può ricadere anche la Responsabilità Civile collegata alle violazioni del codice della strada commesse dal figlio (ad esempio quando lo stesso circola in bicicletta). In tali casi saranno il padre e la madre – e non il figlio – a pagare la multa o l’eventuale risarcimento qualora dalla circolazione del minore derivi un danno a terzi.
La presenza di una specifica copertura assicurativa legata alla vita quotidiana e il supporto consulenziale che può essere fornito da un intermediario in caso di sinistro; possono essere fattori di “benessere” per il sereno svolgimento delle attività familiari in quanto protette dalle conseguenze di eventuali imprevisti.

2) Quando il danno avviene durante un’attività dell’ente.
Un tipico caso di Responsabilità Civile in capo all’associazione può esserci durante un evento proposto dai volontari dell’Associazione; ad esempio durante serate di formazione sulle tematiche riguardante la causa dell’ente, qualunque essa sia. Facciamo il caso di un ciclo di incontri sui temi dell’affido condiviso e sulle dinamiche di separazione di coppia gestite da uno psicologo volontario dell’ente.
La data della prima serata arriva e molte persone riempiono la sala, mentre i volontari sistemano i materiali: il proiettore, i cartelloni, fogli e penne. Ad un certo punto, mentre lo psicologo a cui sono stati affidati gli interventi principali della serata sta sistemando il PC con la presentazione, il proiettore si stacca dal supporto sul soffitto e cade a terra colpendo proprio la spalla del relatore. Gli viene dato il primo soccorso: viene immediatamente aiutato a bloccare la spalla e trasportato in ospedale per gli opportuni accertamenti e i risultati appaiono subito chiari: lussazione alla spalla.
Il Consiglio Direttivo, consultandosi, decide di chiamare il proprio intermediario assicurativo per capire come rispondere all’infortunio del volontario e a tutte le spese mediche conseguenti.

3) Quando il danno accade all’interno dei locali dell’ente.
Un altro esempio potrebbe essere quello di un nipote che va a trovare il nonno ricoverato all’interno della RSA, e scivolando sul pavimento bagnato si frattura un braccio. Anche questo è un tipico caso di Responsabilità Civile in capo all’organizzazione che ospita le attività per gli anziani.

L'assicurazione come un alleato dell'ente

I rischi legati alle attività di un’organizzazione non profit sono molti e purtroppo non sempre è possibile prevederli. Un’assicurazione, se ben calibrata sulle esigenze specifiche, può essere un buon alleato nelle avversità.

Questo articolo fa parte del progetto “Pronto Assicurazione” creato da Italia non profit in collaborazione con Assimoco. Scopri i dettagli del progetto.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis