Ong – Organizzazioni non governative

martedì, 9 Luglio 2019

Le Organizzazioni Non Governative (ONG) sono soggetti privati ammessi ad operare nella cooperazione internazionale allo sviluppo.

Ultimi aggiornamenti sulle ONG
Riforma del Terzo Settore - Adeguamento Statuti

Entro il 31 ottobre 2020 le ONG – se Onlus – possono adeguare i loro statuti alle norme del Codice del Terzo Settore con i quorum previsti dalle assemblee ordinarie se le modifiche sono limitate agli aspetti obbligatori o derogatori della norma (Dlgs 117/17 come aggiornato dal D.Lg. 18/2020).

Che cosa sono le Organizzazioni non governative ONG?

Le ONG sono organizzazioni non profit impegnate e specializzate nella cooperazione internazionale allo sviluppo riconosciute ufficialmente dal Ministero degli Esteri e in alcuni casi accreditate presso organismi internazionali come l’Unione Europea o il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite.

Le attività in cui sono impegnate possono essere molto varie:

  • protezione dell’ambiente;
  • difesa dei diritti umani;
  • promozione della pace;
  • adozioni a distanza;
  • microcredito;
  • istruzione e formazione professionale;
  • assistenza sociale e sanitaria;
  • commercio equo e solidale;
  • agricoltura sociale;
  • ricerca e soccorso in mare

Ed altre attività che rientrano all’interno di queste categorie.

Come sono nate le Organizzazioni non governative ONG?

Le ONG in Italia iniziano a svilupparsi a partire dagli anni ‘60-’70 trovando il primo riconoscimento normativo nella legge 38/1979 che ne definiva i requisiti per ottenere l’idoneità ad operare nella cooperazione allo sviluppo.
Le Organizzazioni Non Governative sono quindi riconosciute in difetto, come entità, che pur non avendo un’origine pubblica, si affacciano sulla scena della cooperazione internazionale; la legge ne riconosce l’esistenza e ne disciplina l’ammissione nella cooperazione ufficiale delineandone le modalità operative.
Si ha un’ulteriore riconoscimento normativo con la legge 49/1987 che definisce nuovamente i requisiti di idoneità.
La legge 125/2014, attualmente vigente, invece supera la categoria di Organizzazione Non Governativa (ONG) per introdurre le Organizzazioni della Società Civile (OSC), comprensiva della precedente ma molto più ampia.
Le ONG in attività sono quindi quelle realtà non profit impegnate nella cooperazione internazionale allo sviluppo riconosciute prima del 2014.
È opportuno precisare che possono operare in Italia anche ONG con sede legale in un altro Stato, quindi costituite ai sensi della normativa locale.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

Quale differenza c'è tra ONG e OSC?

La legge 125/2014 che ha innovato la cooperazione internazionale introduce il riconoscimento come Organizzazione della Società Civile (OSC) che include tra gli altri anche le Organizzazioni Non Governative (ONG) “storiche”.

Le Organizzazioni non governative ONG possono essere Enti del Terzo Settore?

Le ONG per essere riconosciute come Enti del Terzo Settore devono adeguare lo statuto ai sensi del Codice del Terzo Settore come interpretato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella nota n. 4787 del 22 maggio 2019.

Quale differenza c'è tra ONG e NGOs?

Il termine Non-Governmental Organisations (NGOs) non corrisponde esattamente a Organizzazione Non Governativa (ONG) in quanto è riferito alla più ampia categoria di organizzazioni non profit. Il Programma europeo “Strategia Europa 2020”, ad esempio, considera le NGOs – quindi tutti gli enti non profit residenti negli stati membri – come partner strategici in ambiti quali il contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, alle disuguaglianze di genere e per la promozione dei diritti di gruppi svantaggiati.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi ai contenuti esclusivi dedicati agli utenti iscritti a Italia non profit, è gratis.