Perché donare al non profit ai tempi del COVID-19

mercoledì, 1 Aprile 2020
di Mara Moioli

I tempi che stiamo vivendo stanno mettendo alla prova cittadini e aziende; la sostenibilità delle organizzazioni del Terzo settore passa, ancora una volta, dalla decisione libera e consapevole di sostenerle anche finanziariamente.

Siamo alla ricerca di nuovi talenti da inserire nel nostro team. Vuoi farne parte? LAVORA CON NOI

Sei un sostenitore di uno o più enti non profit?

Prima di tutto … GRAZIE.

GRAZIE, perché l’ente che finora hai sostenuto ha potuto promuovere nel concreto tante azioni grazie alle tue generose donazioni, piccole o grandi, una tantum o continuative che fossero.

Quindi TU

  • hai aiutato le persone in difficoltà,
  • hai migliorato la qualità e l’aspettativa di vita di molti cittadini malati
  • hai protetto l’ambiente e gli animali,
  • hai reso possibile la diffusione della cultura, 
  • hai fatto avanzare la ricerca scientifica
  • hai promosso i diritti umani

Quindi TU SEI STATO IL PROTAGONISTA.

In questo momento di difficoltà per tutti, nel chiuso della tua abitazione, ti stai chiedendo se puoi continuare ad avere questo ruolo di protagonista del cambiamento sociale.

La tua non è una domanda retorica, è una domanda da persona responsabile.

Vorremmo darti alcuni spunti di riflessione molto semplici.

Se continui a sostenere il tuo ente, sappi che l’ente (o gli enti) che hai sostenuto e che hanno raggiunto gli obiettivi di aiuto, di protezione, di sviluppo della società potranno continuare a farlo:

  • assicurando i volontari che realizzano le attività
  • pagando l’affitto della sede
  • sostenendo il mutuo per la casa che ospita le persone in difficoltà
  • sostenendo con assegni di ricerca i medici impegnati a trovare nuove cure
  • pagando chi ha deciso di lavorare in un ente non profit mettendo tutta la sua professionalità e le sue idealità al servizio di una buona causa, e molto altro.

Il leit-motiv è quindi CONTINUITA’.

Se ritieni giusto che il tuo ente possa CONTINUARE a fare con te ciò che ha fatto finora, sappi che il tuo contributo CONTINUA ad essere utile, anzi necessario.

I tempi che stiamo vivendo stanno mettendo alla prova cittadini e aziende; la sostenibilità delle organizzazioni del Terzo settore passa, ancora una volta, dalla decisione libera e consapevole di sostenerle anche finanziariamente.

Non hai mai donato ad un ente non profit?

Sappi che è venuto il momento nel quale ti chieda se puoi contribuire alla crescita del paese, proprio quando il paese si trova in forte difficoltà, anche aiutando un ente non profit, scelto da te liberamente, secondo le tue preferenze.

E’ un momento duro per tutti ed è proprio per questo che il Terzo settore ha bisogno del tuo aiuto perché senza di te è tutta la comunità che rischia di non risollevarsi.

Per cosa potresti contribuire?

  • per le ambulanze che passano ad ogni ora del giorno e della notte – oggi più che mai – per portare in ospedale chi non sta bene
  • per le comunità che accolgono le persone che nella loro vita hanno avuto seri problemi di salute
  • per le attività di difesa dell’ambiente, del paesaggio, della cultura che permettono la difesa di porzioni importanti del territorio e la trasmissione ai nostri figli e nipoti dell’eccezionale patrimonio culturale che abbiamo ricevuto dal passato
  • per gli stipendi dei ricercatori, le provette, i reagenti, ma anche per l’acquisto di macchinari necessari agli ospedali
  • per le attività di difesa di diritti che credevamo acquisiti ma che vengono negati da chi ritiene che la diversità sia un difetto.

Sono beni tangibili da tutti, sono servizi necessari per molti.

Sono “cose” che sono state acquistate grazie a chi ha contribuito per sostenere cause ideali attraverso attività concrete.

Sono attività promosse da volontari e da quanti hanno messo a disposizione di enti la loro professionalità per realizzare opere che vanno a vantaggio di tutti.

Su qualsiasi “cosa” o attività ricada la tua scelta, sappi che la tua donazione contribuirà a sostenere un settore – quello del non profit – senza il quale la nostra comunità sarebbe più povera, e non solo economicamente.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

SCRITTO DA
Mara Moioli
COO e Cofounder di Italia non profit
Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis