Riforma in Movimento: intervista Anna Fasano

Anna Fasano
INTERVISTA A
Anna Fasano
Presidente di Banca Etica

All’interno del progetto di ricerca Riforma in Movimento si vuole andare a creare un dialogo con le istituzioni per accompagnare la Riforma del Terzo Settore nella sua crescita il più possibile positiva e adeguata. La Dott.ssa Anna Fasano, Presidente di Banca Etica, condivide con noi l’esperienza della sua organizzazione.

Arriva l’Academy di Italia non profit: “Dietro le quinte della raccolta fondi” SCOPRI DI PIÙ

Qual è, a suo avviso, l’elemento più innovativo/promettente della nuova legislazione sul Terzo Settore (Codice del Terzo Settore, Impresa Sociale, 5×1000, Servizio Civile Universale)?

L’elemento che trovo più interessante è quello relativo alla rendicontazione d’impatto. È un percorso complesso ma permetterà a tutte le organizzazioni di leggere la capacità di generare cambiamento non solo nelle intenzioni ma anche nelle costruzioni progettuali e nella definizione delle priorità.

Qual è l’elemento che più la preoccupa riguardo la nuova legislazione sul Terzo Settore?

Gli elementi di complessità sono relativi alla tempistica e all’incertezza sull’applicazione delle disposizioni fiscali e al ruolo della pubblica amministrazione.

Sostenibilità, trasparenza e democraticità sono gli assi principali su cui si è mossa la Riforma, crede che siano stati ben strutturati e articolati all’interno di essa? Tra questi, quali pensa debba essere maggiormente promosso tra gli enti del Terzo Settore?

Il tema della governance/democraticità è un nodo fondamentale ed è necessario che vi sia un accompagnamento ai cambi intergenerazionali all’interno degli organi di indirizzo.

Qual è stato il ruolo della sua rete/ente nell’informare e comunicare agli associati le principali novità, opportunità ed adempimenti della Riforma del Terzo settore?

Banca Etica, nata su impulso delle organizzazioni del Terzo Settore; ha seguito come partner l’evoluzione al fine di contribuire in fase di consultazione sul tema degli strumenti finanziari e successivamente per meglio fornire strumenti a servizio del Terzo Settore.

Quanto è stato impegnativo seguire l’evoluzione della Riforma del Terzo Settore?

La Riforma del Terzo Settore per noi è stata agevolata dal rapporto con il Forum del Terzo Settore e dalle occasioni promosse congiuntamente dal Forum del Terzo Settore e della Finanza Sostenibile

Le nuove opportunità di sostegno degli enti del Terzo Settore (social bonus – social lending – detrazioni fiscali su erogazioni liberali etc.) saranno o sono già utilizzate dalla vostra rete? E quanto tali misure sosterranno maggiormente lo sviluppo delle vostre attività?

Banca Etica da sempre a servizio del Terzo Settore ha diversi strumenti operativi ordinari (anticipi, garanzie etc) a favore delle organizzazioni, promuove anche strumenti innovativi quali il crowdfunding. E’ necessario però aumentare la bancabilità dei soggetti del Terzo Settore al fine di veicolare le risorse della finanza ordinaria a favore di realtà che si occupano del benessere di persone e del nostro pianeta.

L’emergenza che stiamo vivendo ha fatto crescere nuovi bisogni che la Riforma del Terzo Settore non aveva previsto di coprire, o per i quali non ha strumenti adeguati?

Le organizzazioni del Terzo Settore hanno saputo dare risposte durante la Pandemia nei settori della microeconomia e dell’economia informale. Il tema dell’innovazione e delle organizzazioni del Terzo Settore (come impresa sociale) devono essere tenuti insieme sia in termini di strumenti di sostegno che di accreditamenti.

Reputa opportuni e necessari un monitoraggio e una valutazione continuativi dello stato di attuazione della Riforma del Terzo Settore?

Ritengo fondamentale vi sia continua formazione e accompagnamento sul lato degli enti del Terzo Settore e un monitoraggio dell’efficacia delle misure della riforma dall’altro. Penso sia importante essere in grado di aggiornare la normativa, una normativa in grado di leggere l’evoluzione delle organizzazioni e delle esigenze di cittadinanza attiva, di democrazia economica e inclusione sociale a cui rispondono.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis