La Riforma del Terzo Settore introduce e regola i rapporti tra PA e enti non profit nella programmazione e organizzazione degli interventi e dei servizi relativi alle attività di interesse generali.

L’importanza delle partnership pubblico – privato

Nel Codice del Terzo Settore è stato dato risalto al fatto che gli enti del terzo settore possono essere preziosi alleati degli enti pubblici nei diversi settori di attività di interesse generale ed in particolare nelle seguenti fasi:

  • nella co-programmazione, da intendersi come individuazione dei bisogni da soddisfare, degli interventi necessari, dei modi e dei costi per intervenire;
  • nella co-progettazione, da interpretare come definizione e realizzazione di specifici progetti di servizio o di interventi.

Per attivare la co-progettazione, l’amministrazione pubblica attiva forme di partenariato nel rispetto dei principi di trasparenza, di imparzialità, di partecipazione e di parità di trattamento.
Sono diverse le modalità contrattuali con le quali la pubblica amministrazione – anche sulla base del Codice degli appalti – può relazionarsi con gli enti del terzo settore.

Le convenzioni

Solo le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale iscritte al RUNTS da almeno 6 mesi possono sottoscrivere convenzioni con le amministrazioni pubbliche alle seguenti condizioni:

  • l’oggetto delle convenzioni sia lo svolgimento di attività o servizi sociali di interesse generale
  • le suddette attività o servizi siano svolte a favore di terzi
  • le condizioni contrattuali siano più favorevoli rispetto al ricorso al mercato
  • il costo per l’amministrazione pubblica rappresenti esclusivamente il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate con ammissione dei costi indiretti ma relativamente alla quota parte imputabile direttamente all’attività oggetto della convenzione.

Gli enti devono dimostrare

  • di essere in possesso di requisiti di moralità professionale,
  • di essere capaci di realizzare l’attività oggetto della convenzione.

Le convenzioni devono inoltre avere alcune caratteristiche formali e di contenuto definite dalla legge.

Servizio di trasporto sanitario di emergenza e urgenza

Per lo specifico del servizio di trasporto sanitario di emergenza e urgenza, in via prioritaria può essere affidato in via diretta in convenzione a organizzazioni di volontariato aderenti a una rete associativa.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi ai contenuti esclusivi dedicati agli utenti iscritti a Italia non profit, è gratis.