Assicurazioni per il non profit: come scegliere quella giusta

Ci sono obblighi di legge che inducono le organizzazioni ad assicurarsi, ma ci sono anche altri aspetti da tenere in considerazione. Un’organizzazione infatti deve saper pensare al futuro e salvaguardarsi dai maggiori rischi cui va incontro.

Arriva l’Academy di Italia non profit: “Dietro le quinte della raccolta fondi” SCOPRI DI PIÙ

ETS e volontari

Le organizzazioni che si avvalgono di volontari devono stipulare a loro protezione un’assicurazione contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento dell’attività di volontariato, nonché un’assicurazione per la Responsabilità Civile verso Terzi. Questo è un obbligo ormai noto e di recente introduzione nell’ambito della cosiddetta Riforma del Terzo Settore che trova una risposta nelle polizze disponibili proprio per questo tipo di necessità.
Un’organizzazione deve tuttavia saper andare oltre gli obblighi di legge e intravedere nell’assicurazione una forma di salvaguardia per il futuro in caso di eventi avversi che possano minare la sussistenza dell’organizzazione stessa.

Tutela primaria dei rischi

Per iniziare è importante avere presente alcuni dati preliminari che aiutano a scegliere la polizza assicurativa. Per prima cosa è importante individuare un “budget” da destinare alle coperture assicurative, e per fare ciò è fondamentale fare chiarezza sulle attività svolte dall’organizzazione, tipicamente inserite nello Statuto, e tra queste individuare quella o quelle prevalenti e quella/quelle di maggior rischio (anche con l’aiuto consulenziale di un intermediario assicurativo) in modo da creare una tutela primaria che consenta di poter svolgere la propria attività serenamente.

L'interlocutore giusto

Solitamente ci si rivolge ad amici, conoscenti o organizzazioni simili alla propria per ricevere consigli e suggerimenti assicurativi. Talvolta si consultano anche interlocutori che abbiano nozioni e conoscenze del settore in cui si opera o organizzazioni di riferimento. Certamente il ruolo dei professionisti assicurativi rimane centrale per una corretta soluzione che dia tranquillità e protezione.
Dietro gli intermediari assicurativi e la fiducia che godono nella relazione diretta con le organizzazioni ci sono le Compagnie Assicurative. Per scegliere la compagnia più adeguata alla proprie esigenze, è bene interrogarsi su quelle che possono essere le proprie necessità, consultare i profili degli operatori, gli stili di lavoro e relazione. Ciò per verificare anche eventuale coerenza e allineamento dei valori della propria organizzazione con i valori delle Compagnie Assicurative di cui si diventerà clienti. Fattori certamente importanti per la prosperità degli ETS.

Questo articolo fa parte del progetto “Pronto Assicurazione” creato da Italia non profit in collaborazione con Assimoco. Scopri i dettagli del progetto.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis