Come rendicontare le entrate da 5×1000 dell’Ente

venerdì, 13 Settembre 2019

Scopri se il tuo ente deve rendicontare le entrate da 5x1000 e come fare per adempiere correttamente alle previsioni normative.

Ultimi aggiornamenti

Il 22 luglio l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli elenchi degli ammessi e degli esclusi al beneficio del 5×100 relativo all’anno fiscale 2019.
Per ogni ente beneficiario sono indicate le preferenze e la quota assegnata arrotondata al secondo decimale.

L’obbligo di rendicontazione del 5×1000 è stato introdotto dalla legge finanziaria del 2008 e poi confermato dal d.p.c.m. del 23 aprile 2010 le cui misure, recepite dal D.L. 40/2010, sono attualmente in vigore. Il d. lgs. 111/2017, nell’ambito della Riforma del Terzo Settore, ha previsto ulteriori disposizioni che entreranno in vigore con l’istituzione del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.
Leggendo questa guida scoprirai come assolvere l’obbligo di rendicontazione in base al registro del 5×1000 cui è iscritta la tua organizzazione; ogni registro ha propri formulari e specificità ma vedrai che la procedura non è così complessa come potrebbe sembrare.

Quali organizzazioni devono effettuare la rendicontazione del 5x1000

Tutti gli enti sono tenuti a rendicontare l’uso delle somme percepite attraverso il cinque per mille. Per assolvere alla richiesta di rendicontazione le organizzazioni sono chiamate a compilare un rendiconto economico e a presentare una relazione illustrativa delle attività.
A seconda dell’amministrazione erogatrice (pubblica amministrazione che gestisce il registro a cui l’ente si iscrive) possono variare le tempistiche e le modalità di presentazione della documentazione richiesta.

Le amministrazioni erogatrici

La procedura generale di rendicontazione del 5 per mille è uguale per tutte le amministrazioni ma in qualche caso possono essere richieste informazioni aggiuntive.  Nella tabella che segue troverai per ogni registro l’indicazione dell’amministrazione di riferimento per orientarti rispetto alle regole che dovrai seguire in sede di stesura della documentazione.

REGISTRO DEL 5X1000AMMINISTRAZIONE DI RIFERIMENTO
Volontariato e Onlus Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Associazioni Sportive DilettantisticheUfficio per lo Sport
Istruzione e Ricerca ScientificaMinistero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Ricerca MedicaMinistero della Salute
Beni culturali e paesaggisticiMinistero dei Beni Artistici, Culturali e del Turismo
Aree protetteMinistero dell'Ambiente
NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

Come rendicontare il 5x1000 del tuo Ente

Le indicazioni generali

La rendicontazione del cinque per mille è obbligatoria per tutti gli Enti a prescindere dalla lista cui sono iscritti e generalmente segue gli stessi principi. La rendicontazione consiste nella compilazione di un rendiconto che descriva l’uso delle somme ricevute e nella stesura di una relazione illustrativa che approfondisca le attività svolte. Tali documenti devono contenere anche indicazione dell’eventuale accantonamento della somma percepita o di una sua parte. L’ente deve provvedere alla rendicontazione entro un anno dall’incasso; gli enti che hanno percepito più di 20.000 euro sono tenuti a inviare entro il tredicesimo mese dall’incasso il rendiconto all’amministrazione erogatrice.

Alcune amministrazioni possono richiedere formulari particolari o informazioni aggiuntive.

Le indicazioni specifiche

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Indicazioni specifiche
non vi sono differenze rispetto alle indicazioni generali

Puoi approfondire qui
Vai alla guida sul portale Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; in calce alla pagina si trovano i formulari (linee guida, rendiconto, accantonamento) da compilare

Ufficio per lo Sport

Indicazioni specifiche
non vi sono differenze rispetto alle indicazioni generali

Puoi approfondire qui
Vai alla guida sul portale Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; in calce alla pagina si trovano i formulari (linee guida, rendiconto, accantonamento) da compilare

Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca

Indicazioni specifiche
non vi sono differenze rispetto alle indicazioni generali

Puoi approfondire qui
Vai al portale del MIUR con formulario di rendicontazione

Ministero della Salute

Indicazioni specifiche
Entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di conclusione del progetto, in aggiunta al rendiconto e alla relazione illustrativa dovranno essere inviati al Ministero una scheda di rendicontazione delle spese, un abstract dei risultati ottenuti dal progetto ed un elenco delle pubblicazioni scientifiche derivate dallo stesso. Nelle pubblicazioni dovrà essere indicato che il progetto è stato finanziato o co- finanziato con i contributi del 5 per mille.

Puoi approfondire
 Vai sul portale del Ministero della Salute

Ministero dei Beni Artistici e Culturali e del Turismo

Indicazioni specifiche
non vi sono differenze rispetto alle indicazioni generali

Puoi approfondire qui
Vai sul portale del MIBACT

Riferimenti di legge sulla rendicontazione delle entrate da 5x1000

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi ai contenuti esclusivi dedicati agli utenti iscritti a Italia non profit, è gratis.