RUNTS e 5×1000: Scadenze e prossimi appuntamenti

Dal 2023 solo gli enti iscritti al RUNTS potranno accedere al 5x1000. Cosa cambia? Quali le tempistiche?

Cerchi un ente in cui fare volontariato? A cui assegnare il 5x1000? Scopri dove e come puoi attivarti! Esplora la mappa
Ultimi aggiornamenti

Il Decreto Milleproroghe 2023 ha previsto l’estensione dei termini di iscrizione al RUNTS per le Onlus, relativamente al beneficio del 5×1000: chi è iscritto all’Anagrafe delle Onlus può ancora per il 2023 continuare ad essere iscritto alle liste perpetue del 5 per mille.

Nel 2023 il riquadro del 5×1000 tradizionalmente dedicato a “Volontariato ed Onlus” sarà sostituito con il riquadro “Sostegno degli enti del terzo settore iscritti al RUNTS”. Questo significa che il 5×1000 sarà riconosciuto unicamente alle organizzazioni che, iscritte al RUNTS, Registro unico nazionale del Terzo Settore, hanno fatto esplicita richiesta di esserne beneficiarie.

Si tratta di un passaggio molto importante, lasciato in parte in secondo piano. La situazione è rilevante soprattutto per le Onlus: molte di esse infatti non hanno ad oggi ancora intrapreso il percorso di iscrizione al Registro Unico in attesa di chiarimenti dalla Commissione Europea rispetto alle agevolazioni fiscali sulla parte commerciale (si legga in merito l’articolo di Morning has broken, a cura di Carlo Mazzini) – la decisione di attendere ulteriormente, però, mette a rischio l’accesso all’edizione 2023 del 5×1000.

Nel 2022 il 5×1000 è stato riconosciuto alle Onlus in virtù di una eccezione introdotta dal legislatore: eccezione che ha permesso quindi a questa tipologia di enti di godere del beneficio anche se non ancora iscritti al RUNTS.  Si è trattato però di una deroga, e al momento il legislatore non ha dato segnali di volerla ripetere per il 2023. Che fare dunque?

Come più volte condiviso negli articoli dedicati alla Riforma, sono necessarie delle valutazioni: quanto impatta il 5×1000 per la vostra organizzazione? Quali gli sviluppi futuri? Domande a cui è bene rispondere in tempi brevi. 

Se l’organizzazione intende continuare a beneficiare del 5×1000 (nel caso in cui, lo sottolineiamo di nuovo, l’ente risulti iscritto nel riquadro “Volontariato e Onlus”) dovrà:

    • iscriversi al RUNTS (seguendo tutte le indicazioni necessarie)
    • selezionare la casella dedicata al 5×1000, in sede di iscrizione al RUNTS
    • fare questi passaggi entro il 10 aprile 2023.

Negli scorsi mesi abbiamo realizzato alcuni strumenti utili per dare un supporto concreto alle organizzazioni che intraprendono il percorso di iscrizione al RUNTS. In particolare, su Italia non profit puoi trovare: 

  • Articoli e video per prepararsi all’iscrizione al RUNTS
  • un eBook pratico che vi accompagna passo dopo passo nel percorso di iscrizione ed evitare errori di compilazione.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Accedi a funzionalità esclusive dedicate agli utenti iscritti ad italia non profit, è gratis