Come iscriversi alle liste del 5 per mille

Ansia da regalo? 🎁 Ti aiutiamo noi! Trova il regalo solidale di Natale perfetto. Quest'anno sorprendi chi ami!🎄 VAI

Scopri come fare per iscrivere il tuo ente alle liste del 5x1000 e come rinnovare l’iscrizione.

Il 5×1000 è uno strumento di raccolta fondi che permette agli enti non profit di raccogliere risorse da persone fisiche in modo ricorrente: ogni anno, infatti, in corrispondenza della dichiarazione dei redditi, i contribuenti possono scegliere a chi destinare il 5 per mille della propria IRPEF. E’ uno strumento molto diffuso e conosciuto introdotto dalla legge finanziaria del 2006 e recentemente rinnovato con il decreto legislativo 111/2017.

Le organizzazioni non profit che vogliono beneficiare di questo strumento devono iscriversi al registro (lista) di riferimento e seguire le indicazioni dell’amministrazione di competenza. In questa guida scoprirai quali sono le organizzazioni che possono iscriversi alle liste del 5×1000, qual è il registro del 5×1000 più adatto alla tua realtà, quali i passaggi da seguire per iscriversi, cosa serve per farlo e quali sono le tempistiche. 

I requisiti formali: verifica che il tuo ente sia un soggetto ammesso all’iscrizione del 5x1000

Non tutte le organizzazioni possono iscriversi alle liste del 5×1000. La legge di stabilità 2015 ha individuato, per l’esercizio finanziario 2015 e successivi, le tipologie di organizzazioni, pubbliche e private, ammissibili. Tali organizzazioni sono:

  • Organizzazioni di volontariato (OdV) di cui alla legge n. 266 del 1991
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale-Onlus (articolo 10 del Dlgs 460/1997)
  • Cooperative sociali e loro consorzi di cui alla legge n. 381 del 1991
  • Organizzazioni non governative (ONG) già riconosciute idonee ai sensi della legge n. 49 del 1987 alla data del 29 agosto 2014 e iscritte all’Anagrafe unica delle ONLUS su istanza delle stesse (art. 32, comma 7 della Legge n. 125 del 2014)
  • Enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti accordi e intese, Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997
  • Associazioni di promozione sociale (APS) le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno, Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997
  • Associazioni di promozione sociale (APS) iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali (articolo 7 della legge 383/2000)
  • Associazioni e fondazioni di diritto privato che operano nei settori indicati dall’articolo 10, comma 1, lettera a) del Dlgs 460/1997
  • Associazioni sportive dilettantistiche (ASD) riconosciute ai fini sportivi dal Coni a norma di legge, associate ad una federazione nazionale, una disciplina sportiva, un ente di promozione sportiva, che svolgono attività di avviamento allo sport di under 18, over 60 e persone svantaggiate.
  • enti senza scopo di lucro, quali università e istituti universitari, statali e non statali legalmente riconosciuti, consorzi interuniversitari, istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, statali e non statali legalmente riconosciute 
  • enti ed istituzioni di ricerca, indipendentemente dallo status giuridico e dalla fonte di finanziamento, la cui finalità principale consiste nello svolgere o promuovere attività di ricerca scientifica.
  • Enti destinatari dei finanziamenti pubblici riservati alla ricerca sanitaria, di cui agli articoli 12 e 12-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni
  • Fondazioni o enti istituiti per legge e vigilati dal Ministero della salute
  • Associazioni senza fini di lucro e fondazioni che svolgono attività di ricerca traslazionale, in collaborazione con gli enti di cui ai due punti precedenti e che contribuiscono con proprie risorse finanziarie, umane e strumentali, ai programmi di ricerca sanitaria determinati dal Ministero della salute.
  • il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
  • Gli istituti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo dotati di autonomia speciale
  • Gli enti senza scopo di lucro, legalmente riconosciuti, che realizzano, conformemente alle proprie finalità principali definite per legge o per statuto, attività di tutela, promozione o valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici e che dimostrino di operare in tale campo da almeno 5 anni
  • Enti gestori aree protette
  • Comuni (per le sole attività sociali svolte) 

Se la tua organizzazione corrisponde ad una o più delle seguenti tipologie, può accedere all’iscrizione ai registri (liste) del 5×1000.

TIPS: Con la Riforma del Terzo Settore ODV, APS, Onlus, incluse le Cooperative Sociali, Fondazioni e Associazioni riconosciute che agiscono negli ambiti delle Onlus saranno ricompresi in una unica tipologia di organizzazione: gli Enti del Terzo Settore.

In quale registro iscrivere l’ente: come individuare l’ambito e la lista corretti

A seconda della tipologia di organizzazione e delle attività svolte, la legge ha definito l’ambito e la lista (o registro) di riferimento. Esistono 6 registri. Ogni registro è gestito da un ministero/amministrazione che ne definisce le regole di ammissione e il funzionamento. 

Proprio perché cambiano le regole di accesso e i meccanismi di funzionamento è importante, dopo aver verificato di essere tra gli enti ammissibili, individuare il registro o i registri a cui è possibile accedere.

Di seguito è disponibile una tabella riepilogativa delle diverse casistiche per trovare la lista più adatta alla tua realtà.

AMBITO DI RIFERIMENTO (DEFINITO DALLA LEGGE)QUALI ENTI POSSONO ISCRIVERSIREGISTRO 5X1000 A CUI ISCRIVERSI
Volontariato e OnlusODV, APS, ONLUS (incluse le Cooperative Sociali), Fondazioni e Associazioni che agiscono negli ambiti delle Onlus, enti ecclesiastici (onlus parziali)Registro del Volontariato e delle Onlus
Ricerca scientifica e universitariaEnti e istituzioni di istruzione; Istituti universitari e di ricercaRegistro dell’Istruzione e della Ricerca Scientifica
Ricerca sanitariaEnti destinatari dei finanziamenti pubblici riservati alla ricerca sanitaria; associazioni senza fini di lucro e le fondazioni che svolgono attività di ricerca traslazionaleRegistro della Ricerca Sanitaria
Associazioni Sportive DilettantisticheASDRegistro delle Associazioni Sportive Dilettantistiche
Attività sociali del Comune di residenzaComuni-
Attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggisticiIstituti controllati dal MIBACT e dotati di autonomia speciale; Enti per la promozione o valorizzazione dei beni culturali e paesaggisticiRegistro delle Attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici
Enti gestori aree protetteEnti gestori aree protetteRegistro degli Enti gestori delle aree protette

Come iscriversi al Registro del Volontariato e delle Onlus

Amministrazione di competenza:
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Agenzia delle Entrate

Chi può iscriversi:
Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale, Onlus (incluse le Cooperative Sociali), Fondazioni e Associazioni riconosciute che agiscono negli ambiti delle Onlus.

Come iscriversi: 

  1. richiesta di iscrizione. La richiesta di iscrizione deve essere effettuata esclusivamente da soggetti abilitati Entratel o Fisconline o tramite gli intermediari abilitati all’invio delle dichiarazioni attraverso la compilazione e l’invio telematico della “Domanda 5 per mille” (il prodotto informatico si trova sul sito dell’Agenzia delle Entrate). Le richieste di iscrizione possono essere inoltrate entro il 07 maggio.
  2. convalida dei requisiti. Successivamente all’invio per via telematica della “Domanda 5 per mille” è necessario inviare via PEC  o raccomandata A/R alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate l’attestazione della persistenza dei requisiti per l’iscrizione e una copia fotostatica del documento di identità del legale rappresentante. Tale invio deve avvenire entro il 1° giugno.

Scadenze:
la richiesta di iscrizione deve essere effettuata entro il 7 maggio. La convalida dei requisiti entro il 1° luglio. E’ possibile iscrivere la propria organizzazione anche oltre questi termini, ma comunque entro il 30 settembre, pagando una mora di 250 euro.

Approfondimento: Istruzioni per l’iscrizione al cinque per mille 2019 enti del volontariato – Agenzia delle Entrate

Come iscriversi al Registro delle Associazioni Sportive Dilettantistiche

Amministrazioni di competenza:
CONI, Agenzia delle Entrate

Chi può iscriversi:
Associazioni Sportive Dilettantistiche con: riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI; associate ad una Federazione Nazionale, una Disciplina Sportiva, un Ente di Promozione Sportiva; che svolgono attività di avviamento allo sport di under 18, over 60, persone svantaggiate.

Come iscriversi: 

  1. richiesta di iscrizione. La richiesta di iscrizione deve essere effettuata esclusivamente da soggetti abilitati Entratel o Fisconline o tramite gli intermediari abilitati all’invio delle dichiarazioni attraverso la compilazione e l’invio telematico della “Domanda 5 per mille” (il prodotto informatico si trova sul sito dell’Agenzia delle Entrate). Le richieste di iscrizione possono essere inoltrate entro il 07 maggio.
  2. convalida dei requisiti. Successivamente all’invio per via telematica della “Domanda 5 per mille” è necessario inviare via PEC  o raccomandata A/R alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate l’attestazione della persistenza dei requisiti per l’iscrizione e una copia fotostatica del documento di identità del legale rappresentante. Tale invio deve avvenire entro il 1° giugno.

Scadenze:
la richiesta di iscrizione deve essere effettuata entro il 7 maggio. La convalida dei requisiti entro il 1° luglio. E’ possibile iscrivere la propria organizzazione anche oltre questi termini, ma comunque entro il 30 settembre, pagando una mora di 250 euro. 

Consigli:
Per compilare correttamente la documentazione richiesta, ti consigliamo di leggere le istruzioni per l’iscrizione al cinque per mille associazioni sportive dilettantistiche predisposte dall’Agenzia delle Entrate.

Come iscriversi al Registro dell’Istruzione e della Ricerca Scientifica

Amministrazioni di competenza:
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Chi può iscriversi:
Enti e istituzioni di istruzione, formazione, ricerca, iscritti all’Anagrafe Nazionale della Ricerca.

Come iscriversi: 

  1. iscrizione al portale. Per accedere alla lista del 5×1000 dell’Istruzione e della Ricerca scientifica è necessario iscriversi al portale online del MIUR seguendo le indicazioni fornite e completando la documentazione messa a disposizione all’interno del portale. L’iscrizione online deve essere effettuata entro il 30 aprile.
  2. convalida dell’iscrizione. La domanda deve essere convalidata completando il caricamento dei documenti richiesti quindi: 
    1. modulo di domanda d’iscrizione datato e firmato; 
    2. dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativo alla sussistenza dei requisiti; 
    3. copia fotostatica del documento del legale rappresentante; 
    4. copia dello Statuto dell’ente.

Scadenze:
l’iscrizione al portale deve essere effettuata entro il 30 aprile. La convalida dell’iscrizione deve essere caricata entro il 30 giugno pena l’annullamento dell’iscrizione e l’esclusione dal Registro.

Consigli:
Per compilare correttamente la documentazione richiesta, ti consigliamo di leggere le linee guida predisposte dal MIUR.

NEWSLETTER
Iscriviti per non perdere le ultime novità sull'argomento
Inserisci un indirizzo email valido

Come iscriversi al Registro della Ricerca Sanitaria

Amministrazioni di competenza:
Ministero della Salute

Chi può iscriversi:
Enti destinatari dei finanziamenti pubblici riservati alla ricerca sanitaria, di cui agli articoli 12 e 12-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni; fondazioni o enti istituiti per legge e vigilati dal Ministero della salute; associazioni senza fini di lucro e le fondazioni che svolgono attività di ricerca traslazionale, in collaborazione con gli enti di cui ai punti precedenti e che contribuiscano con proprie risorse finanziarie, umane e strumentali, ai programmi di ricerca sanitaria determinati dal Ministero della salute.

Come iscriversi:
Per accedere alla lista del 5×1000 della Ricerca sanitaria è necessario inviare entro il 30 aprile la domanda al “Ministero della Salute – Direzione generale della ricerca e dell’innovazione in sanità – Ufficio 3 – Viale Giorgio Ribotta, 5 – 00144 Roma”. La domanda deve essere inviata tramite posta certificata all’indirizzo [email protected].

La domanda deve contenere la denominazione dell’ente, l’indirizzo sede, il codice fiscale dell’ente e deve essere corredata da:

  • fotocopia del documento di identità del legale rappresentante dell’ente
  • dichiarazione nella quale si evidenzia l’attività di ricerca sanitaria svolta, i contributi erogati, le strutture di ricerca dell’ente utilizzate per la realizzazione dei programmi di ricerca approvati dal Ministero della Salute.

Scadenze:
l’invio della domanda corredata dei documenti richiesti deve pervenire entro il 30 aprile. 

Consigli:
Per compilare correttamente la documentazione richiesta, ti consigliamo di leggere le indicazioni predisposte dal Ministero della Salute.

Come iscriversi al Registro delle Attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici

Amministrazioni di competenza:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Chi può iscriversi:
Enti senza scopo di lucro, legalmente riconosciuti, che svolgono da statuto o per legge, attività di tutela, promozione o valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici e che dimostrino di operare in tale campo da almeno 5 anni.

Come iscriversi:
Per accedere alla lista del 5×1000 del Registro delle Attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici è necessario inviare per via telematica, seguendo una procedura online, la richiesta di iscrizione entro il 28 febbraio di ogni anno. La procedura online da seguire è accessibile dal sito web del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Alla domanda di iscrizione deve essere allegata:

  • la dichiarazione sostituiva dell’atto di notorietà, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000, sottoscritta dal rappresentante legale dell’ente richiedente, relativa al possesso dei requisiti che qualificano il soggetto fra quelli da ammettere alla lista
  • una relazione sintetica descrittiva dell’attività di tutela, promozione o valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici svolta nell’ultimo quinquennio

Scadenze:
28 febbraio

Consigli:
Per maggiori informazioni sull’iscrizione si consiglia di visitare il sito web dei procedimenti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e di leggere le indicazioni sul portale del Ministero, nella sezione dedicata al 5×1000 

Come funziona il rinnovo dell’iscrizione alle liste del 5x1000

Indipendentemente dal registro, successivamente alla prima annualità di iscrizione, non viene più richiesto all’ente nessuna ulteriore iscrizione.

L’ente è obbligato a rinnovare la propria iscrizione solo nel caso di modifica del rappresentante legale successivamente alla prima iscrizione: in questo caso, l’ente è obbligato a inviare apposita comunicazione nella quale il nuovo rappresentante legale sotto propria responsabilità conferma con dichiarazione sostitutiva relativa alla permanenza dei requisiti richiesti dalla legge, con l’indicazione della data della sua nomina e di quella di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo.

Riferimenti di legge sull'iscrizione alle liste del 5x1000

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Italia non profit.

Italianonprofit
Rimani aggiornato sulle novità del Terzo Settore
Iscriviti